Guadagnare scrivendo online: i 4 principali siti di paid to write

lista-siti-paid-to-writeTraduzione del termine: Pagato/a per scrivere.

Il fenomeno del PTW è iniziato in America, ma si è espanso nel giro di poco tempo in tutto il mondo.

Cos’è un servizio di Paid To Write?

Una semplice piattaforma che mette in contatto gli editor (possono essere i gestori di un sito, di un web magazine o gli stessi proprietari del sito paid to write) ed i copywriter (web writer, per lavoro o semplice hobby).

Funzionamento: L’editor ovviamente può proporre un titolo di un contenuto che gli serve per il proprio sito/blog, e poi (a seconda del tipo di piattaforma) il web writer lo potrà prenotare, scrivere ed essere quindi retribuito.

 

Queste piattaforme sono conseguenze della sproporzionata espansione del web, che richiede infatti sempre più contenuti nel minor tempo possibile e preferibilmente a basso costo, spesso con rigidi sistemi per quanto riguarda l’inserimento di keywords a favore dell’indicizzazione sui motori di ricerca (SEO).

 

Le modalità di pagamento solitamente sono due: è possibile sia essere pagati ad articolo (in questo caso i siti paid to write vengono chiamati ‘content marketplace‘),

guadagnare

sia tramite codici AdSense (il Paid to write ‘classico’) metodo per il quale si viene pagati in base ai click ricevuti sui banner pubblicitari che occorre inserire sulla propria pagina.

getpaidblogging

In pratica quest’ultima modalità garantisce pagamenti solitamente irrisori ma duraturi nel tempo, che dipendono anche dalla visibilità dei contenuti che vengono scritti, mentre la modalità con  ‘pagamento diretto ad articolo‘  garantisce una remunerazione immediata, o eventualmente una volta raggiunta una somma prestabilita (in molti casi 25 euro), generalmente  tramite conto paypal (ma anche su postepay e altri metodi, consultabili sempre nelle faq della piattaforma).
Il valore dato a un articolo varia sito a sito, e a volte varia anche a seconda dei temi trattati (che possono essere più o meno popolari sui motori di ricerca e quindi valere di più).
Passiamo ora a una breve panoramica sui migliori siti di paid to write.
Migliori‘ perché sono i più conosciuti, più apprezzati, chiacchierati e quindi in un certo senso anche più affidabili.

– O2O (Vai al sito)

020.logojpg

O2O fa parte del gruppo Banzai Srl ed è il vecchio Saperlo.it, uno dei primi siti di paid to write giunto in Italia.

COME FUNZIONA: Una volta iscritti, è possibile prenotare fin da subito gli articoli di proprio gradimento. Una volta mandati gli articoli in approvazione, questi vengono valutati dando un punteggio al copywriter che in questo modo può salire o scendere di rank (A,B,C,D):  salendo di rank si ottengono bonus sui guadagni e vantaggi. Scendendo ovviamente accade il contrario (ottenendo penalizzazioni invece che bonus). Il copywriter ha 6 ore di tempo per terminare un articolo di 2000 caratteri.  Se verrà valutato positivamente, il copywriter potrà guadagnare un badge sull’articolo (normale o Gold a seconda della qualità) e quindi un bonus sul guadagno. Entro uno o due giorni l’articolo viene valutato dagli altri copywriter, che a valutazione guadagnano 10-20 cent. E’ possibile inoltre proporre titoli propri, valutare il valore di un titolo e di un articolo grazie a una calcolatrice apposita, se i titoli vengono approvati si può scrivere l’articolo. Più facile a farlo che a spiegarlo, trust me. E’ possibile inoltre rieditare dei contenuti respinti (ciò è dovuto a una scarsa valutazione da parte degli utenti) guadagnando così da 50 a 70 cent.

TIPOLOGIA DI CONTENUTI RICHIESTI: per lo più guide, riguardanti i più disparati temi (fai da te, cucina, tecnologia, beauty ecc)

MODALITA’ DI PAGAMENTO: una volta accumulati 25 euro si può richiedere l’erogazione del pagamento, che ahimè potrebbe avvenire dopo qualche mese dalla richiesta. (genericamente sembra che paghino ogni mese, ma molti hanno dei dubbi a riguardo)

PRO: Regole semplici, sistema molto stabile e sicuro, niente linee guida complicate da dover seguire (l’unica linea guida è nel titolo stesso). Articoli ben retribuiti. I primi tre articoli vengono sempre retribuiti il doppio del loro valore.

Contro: Pagamenti tardivi.

020

– Melascrivi (Vai al sito)

melascrivilogo

Melascrivi è uno dei più ‘anziani’ content marketplace italiani (arrivato in Italia dall’Inghilterra).

COME FUNZIONA: man mano che gli articoli vengono prenotati dal copywriter, quest’ultimo viene ‘classificato‘ in base ai giudizi ricevuti dagli editor, e quindi può salire o scendere di rank, guadagnando di più o di meno rispetto al prezzo a parola. Il valore dell’articolo infatti viene calcolato a ‘parola‘, sono presenti inoltre delle stop-words, ovvero delle parole (articoli determinativi, indeterminativi, preposizioni, avverbi ecc) che NON vengono conteggiate. Una volta salito di rank, il copywriter può scegliere delle categorie tematiche che preferisce per scrivere gli articoli. Si può prenotare un solo articolo per volta, almeno al livello base. Si hanno a disposizione 48 ore di tempo per terminare un articolo. Onde evitare di incorrere in rifiuti è meglio leggere le linee guida scritte dall’editor stesso al momento della richiesta dell’articolo. Una volta mandato in approvazione, l’articolo verrà approvato (o respinto) entro 72 ore.

TIPOLOGIA DI CONTENUTI RICHIESTI: possono essere richiesti articoli di news, guide, tutorials, recensioni prodotti/cd/opinioni. Insomma un po’ di tutto.

MODALITA’ DI PAGAMENTO: una volta raggiunti 25 euro, si può richiedere l’erogazione del pagamento. Solitamente si viene pagati di lunedì. Conto Paypal (o altro a seconda delle proprie esigenze)

PRO: pagamenti puntuali, sistema “affidabile”

Contro:  – gli articoli vengono pagati davvero poco.

-Non vi è alcuna tutela a favore dei copywriters. Il sistema di Melascrivi è pensato per soddisfare i bisogni e le necessità dei clienti e tende a non tenere conto di chi scrive gli articoli.

Esempio pratico: Per uno spazio mancante dopo una virgola e una manciata di caratteri in più o in meno relativi a “paragrafi” (quindi non riferiti all’articolo complessivo), sono capaci di rispedirti indietro l’articolo chiedendo di apportare modifiche e tutto ciò ha un costo che detraggono dall’importo che in seguito ti verrà accreditato per aver scritto l’articolo. Insomma loro ti trovano il pelo dell’uovo e tu guadagni di meno- non che guadagnassi comunque chissà quanto con un singolo articolo. Questo è soltanto un banale esempio.

Le penalizzazioni possono far andare il tuo totale degli accrediti in negativo. Ciò significa che per un ritardo, una consegna con errori, il totale complessivo che hai guadagnato può addirittura andare sotto lo zero. Non è una barzelletta di cattivo gusto, è proprio così. Se vai sotto di 2 euro, esempio, dovrai scrivere almeno 4 articoli gratis per tornare a zero e ripartire da capo. Se non riuscite a crederci, provate voi stessi, ma personalmente ve lo sconsiglio.

–  Scribox (Vai al sito)

scriboxlogo

Scribox è tra i migliori content marketplace in circolazione.

COME FUNZIONA: Un po’ diverso dagli altri, esso ha un marketplace interno nel quale gli editor scrivono annunci. Annunci coi quali cercano il giusto copywriter che svolga il lavoro da loro richiesto nel modo migliore. Ogni copywriter interessato quindi dovrà proporre la propria candidatura e sperare di essere scelto grazie alle proprie qualità (che potrà mettere in ‘mostra’ attraverso il profilo personale, con articoli svolti in precedenza, una sorta di porfolio + curriculum vitae con le passate esperienze lavorative,  e descrizioni di prova chieste da Scribox stesso).

QUINDI, mentre negli altri marketplace sono i copywriter ad avere maggiore controllo (prenotando tempestivamente l’articolo), adesso la situazione si ribalta: gli editor espongono le proprie esigenze, i copywriter cercano di convincerli a sceglierli, e in base alle loro candidature, vengono scelti o meno.  Il tempo a disposizione del copy per scrivere l’articolo è decisa preventivamente dall’editor, ma solitamente viene approvato subito, una volta consegnato.

TIPOLOGIA DI CONTENUTI RICHIESTI: di tutto. La particolarità della piattaforma è però che consente di instaurare veri e propri rapporti professionali che possono diventare poi delle vere e proprie attività lavorative (se siete fortunati e incontrate le persone giuste, ovviamente) , anche a lunga durata. Possono essere richieste inoltre traduzioni, articoli in altre lingue.

MODALITA’ DI PAGAMENTO: una volta accumulati 50 euro, conto Paypal.

PRO: Dialogo diretto con gli editor, possibilità di guadagni maggiori per eventuali ‘incarichi a lunga durata’. Le valutazioni vengono fatte da entrambe le parti: gli autori valutano gli editor, gli editor valutano autori/articoli. Possibilità di prenotare anche più di un lavoro alla volta.

Contro: Se un minimo accettabile in questo campo è 1 euro per 100 parole, Scribox tiene conto di questa regola impedendo tassativamente agli editor di poter richiedere meno di quanto detto. Il problema è che poi una tassa tira l’altra goodbye minimi accettabili.

 

scribox

 

-Text Master (Vai al sito)

textmasterlogo

 Anche Text Master presenta dei vantaggi e delle innovazioni, tengo a precisare però che la mia esperienza in merito non è sufficiente a esprimere pareri affidabili al 100%.

COME FUNZIONA: Poco dopo aver effettuato l’iscrizione, il copywriter può sottoporre la propria candidatura (anche più di una) per svolgere attività di copywriting, traduzione, revisione dei contenuti. Logicamente per ogni attività viene attribuito un valore diverso, e una volta che la candidatura viene approvata (può essere valutata come livello base, standard o esperto, e ciò influirà sulla retribuzione), è possibile prenotare gli articoli. Tempo di consegna: variabile. Retribuzione: generalmente 0,01 a parola, ma è soggetta a variabilità. Questa variabilità dipende dal proprio rank (può essere di base, standard o esperto – in base alla candidatura, e dipende anche dal numero generale di parole scritte– numero che stabilisce il valore del proprio secondo rank– bronzo, argento, oro e platino). Possibilità di prenotare anche più di un lavoro alla volta. Se si redige un buon articolo è possibile essere poi ricontattati dagli editor per svolgere altri lavori.

TIPOLOGIA DI CONTENUTI RICHIESTI: di tutto, in particolare guide e traduzioni

MODALITA’ DI PAGAMENTO: La somma minima per richiedere il pagamento su conto Paypal è di 50 euro.

PRO: Favorisce rapporti professionali con il mondo degli editor. Le tariffe di correzione sono alte rispetto a quelle di o2o. Buoni compensi.

Contro: Scarsissimi gli articoli prenotabili, marketplace spesso vuoto.

 

I CONTATTI DIRETTI tra editors e articolisti!

PS: Contattami se hai bisogno di un’articolista.

Io ho voglia di scrivere, tu hai bisogno di contenuti per i tuoi siti/blog. Lo possiamo trovare un compromesso, non credi? 😉 La mia email: beatricesnz chiocciola hotmail punto it

OPPURE

scrivi un commento qui sotto

OPPURE

Compila il modulo per contattarmi.

Annunci

One Reply to “Guadagnare scrivendo online: i 4 principali siti di paid to write”

Dimmi cosa ne pensi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...